“Famiglia sei Granda”… per vincere la paura del lupo cattivo

famiglia-sei-granda-2017.jpg

Domenica 27 maggio, in piazza Castello, andrà in scena l’8ª edizione di “Famiglia sei Granda”, la festa che unisce le famiglie promossa dalla Consulta della famiglia del Comune di Fossano insieme all’Ufficio di pastorale familiare della Diocesi e in collaborazione con l’Atrio dei Gentili, il Cap, il Centro aiuto alla vita, l’Associazione nazionale Vigili del fuoco volontari – delegazione di Fossano, l’associazione Crescendo, l’Arcipelago, Il mosaico e Famiglie nuove.

“Famiglia sei Granda” è la festa che vuole ricordare la Giornata internazionale della Famiglia, istituita dall’Onu nel 1994, per sottolineare il ruolo fondamentale della famiglia nella società, con lo scopo di trasmettere un messaggio di speranza e affermare la ricchezza dei valori che la famiglia porta con sé, insieme alla consapevolezza di essere una risorsa anche per la collettività.

Il titolo dell’edizione 2018 è “Chi ha paura del lupo cattivo? Farsi coraggio e la fifa se ne va”, una scelta maturata dopo le due serate presentate in primavera dall’Atrio dei Gentili durante le quali è stato affrontato il tema del terrorismo. Gli organizzatori propongono un momento di riflessione sul tema della paura, supportati dalla psicoterapeuta Silvia Ornato, mentre l’insegnante Lucia Santamaria coinvolgerà i bambini più piccoli e i ragazzi in alcuni laboratori per i quali è richiesta la prenotazione inviando un messaggio WhatsApp al 347.7749678 o una mail all’indirizzo educativa.fos@monviso.it

Il programma del pomeriggio: a partire dalle 16,30, in piazza Castello, saranno allestiti alcuni stand, animati dalle varie associazioni, che intratterranno i bambini con attività e giochi; alle 18,30, andrà in scena l’operina “La vera storia della bagna caoda”, scritta e diretta dal maestro Ugo Fea e interpretata dai bambini delle scuole elementari. Dalle 19,30 la Pro loco Fossano servirà cena in piazza (pasta, hamburger, patatine, dolce e acqua): il ricavato sarà devoluto in beneficenza.

“Un mondo incandescente”, il nuovo libro di Stella Morra

Un mondo COP

È appena stato pubblicato da Effatà il nuovo libro della teologa fossanese Stella Morra dal titolo “Un mondo incandescente. Meditazioni bibliche sulla paura tra coraggio e speranza” (pp. 176, euro 13). Per chi visita la Fiera del Libro, che si tiene a Torino dal 14 al 18 maggio, il libro si può sfogliare e acquistare direttamente presso lo stand di Effatà Editrice (Pad. 2 Stand L129). Ovviamente il libro è disponibile anche in libreria. Il testo, che offre una chiave di lettura per interpretare le incertezze e le paure che stiamo vivendo alla luce della Parola di Dio, è la rielaborazione e l’adattamento dell’omonimo percorso di Lectio divina, tenuto dalla Morra nel 2006-2007 a Fossano e organizzato dall’Atrio dei Gentili e dall’Azione Cattolica diocesana.

La prefazione (molto bella) è di padre Costantino Gilardi, domenicano, psicoterapeuta, che è stato ospite dell’Atrio dei Gentili l’estate scorsa durante il seminario sul “denaro e vita credente” a Pra d’ Mill.