Rubygate [aggiornato]

Segnalo riflessioni, lettere aperte, prese di posizione relative alle notizie del nuovo scandalo che coinvolge il Presidente del Consiglio. Notizie che hanno sconcertato, per la loro gravità, anche il mondo cattolico. Provocando disagio, disgusto, indignazione ben al di là degli aspetti strettamente giuridici della vicenda, relativi cioè al fatto se egli sia o non sia responsabile dal punto di vista penale. I materiali segnalati non hanno certo la pretesa di completezza o di voler rappresentare le diverse posizioni. Vogliono essere un semplice aiuto a riflettere.

  • Comunicato ufficiale del Meic (Azione Cattolica): Meic
  • Lettera aperta inviata da un gruppo di cattolici impegnati nella vita politica e amministrativa a Milano: Lettera aperta Milano
  • Comunicato ufficiale di “Noi siamo Chiesa”: Noi Siamo Chiesa
  • Due contributi sulle vicende più recenti dei rapporti chiesa e politica italiana: l’uno di Francesco Casavola, presidente emerito della Corte Costituzionale e già presidente del MEIC, sugli aspetti costituzionali e sulla responsabilità dei cattolici (Responsabilità dei cattolici), l’altro dell’analista cattolico americano R. Mickens sulle scelte dell’episcopato italiano (Chiesa cauta).
  • Un intervento del giornalista freelance Mimmo Càndito [dal suo blog Il villaggio (quasi) globale] sulla strategia comunicativa del Presidente del Consiglio, con particolare riferimento alla telefonata durante la trasmissione L’Infedele (La7) del 24 gennaio.
Annunci

Questioni etiche, un pericoloso tranello

«Voglio sottolineare l’uso strumentale che viene fatto delle grandi questioni etiche trasformandole in battaglie politiche. Si cercano soluzioni ed escamotage per rendere inapplicabili eventuali disposizioni legislative, si formulano emendamenti e quant’altro per far apparire chi le propone quale defensor fidei. È un pericoloso tranello che deve essere immediatamente smascherato dalla comunità ecclesiale. La croce non può essere brandita come spada e, se si vuole proprio ergersi a paladini della cristianità, lo si deve fare in modo integrale: difendendo non solo con le parole, ma anche con i fatti la vita, il matrimonio e la famiglia, offrendo limpida esemplarità nei propri comportamenti esistenziali, accogliendo senza riserve ogni categoria di “povertà” (malato, anziani, immigrato, indigente, disoccupato…); testimoniando una profonda onestà amministrativa nella gestione del bene comune… Il cattolico è tale in tutta la sua parabola esistenziale, non solo di fronte all’aborto o all’eutanasia».

Salvino Leone, presidente dell’Istituto di studi bioetici “S. Privitera” (da “Settimana” 1.11.2009)

Due interventi su fine vita e bioetica

In preparazione al Seminario estivo sul tema del corpo che si svolgerà a Pra d’ Mill il 3-4-5 luglio (presto riceverete il programma ufficiale), segnalo due articoli molto interessanti:

  1. Il primo è un articolo di Vittorio Possenti comparso sul “Il Foglio” e che ha fatto molto discutere. Possenti è professore ordinario di Filosofia Politica presso l’Università di Venezia, membro del Comitato Nazionale di bioetica, collaboratore di riviste e del quotidiano “Avvenire”. L’articolo [Fine della vita (V_Possenti)] è assolutamente da leggere perché affronta tre nodi fondamentali:
    • La nostra vita è indisponibile?
    • Il rapporto tra persona e tecnica
    • Quale obbligo di cura?
  2. Il secondo è un’intervista a Ignazio Marino, chirurgo romano di fama internazionale, senatore del Pd, già Presidente della Commissione Sanità del Senato durante l’ultimo Governo Prodi. L’intervista è stata realizzata nel 2007 da Adista. È la voce di un “laico credente” che cerca di affrontare alcune questioni bioetiche anche in riferimento alle posizioni assunte dai Vescovi negli ultimi anni. Si può scaricare qui l’intervista OLTRE LA MATERIA (I_Marino)

La crisi spiegata a mio figlio

A proposito di economia ed etica, il tema su cui abbiamo molto riflettuto durante l’ultimo anno, ci è arrivato un contributo di Romano Calvo, un amico fossanese che da anni lavoro tra Novara e Milano. Si tratta di un corposo contributo, in formato PDF, che si può scaricare qui di seguito.

Capitale, crisi, europa R_Calvo

Seminario economia: relazione del prof. Burlando

Roberto BurlandoSeminario sull’economia del 5 aprile 2009.

Ora è disponibile anche la presentazione (in formato .pdf) del prof. Roberto Burlando.

Per scaricarla click su Crisi economica ed etica (Burlando)

Al momento, per motivi tecnici, non è ancora possibile caricare le registrazioni audio dell’intervento di Burlando (e anche di Antonio Abate); contiamo di renderli disponibili nel mese di giugno.

Materiali seminario sull’Economia/2

Segnalo un’intervista del Corriere della Sera a Ralf Dahrendorf. L’autorevole sociologo tedesco interviene sulla crisi economica e finanziaria, sulle responsabilità, sulle strade per uscirne… e afferma: «Ridurremo i nostri standard di vita del 20%, torneremo agli anni Cinquanta e Sessanta».