Doppio appuntamento nel fine settimana

Nell’ultimo fine settimana di novembre l’Atrio dei Gentili presenta a Fossano diverse attività, promosse insieme ad altre realtà associative ed istituzionali di Fossano.

Parole, immagini e musica: “La voce è tutto”

milano maria teresa

Si comincia venerdì 24 novembre, alle 20.45, con uno spettacolo di Maria Teresa Milano presso il cinema teatro I Portici di Fossano, promosso dalla Commissione Pari Opportunità, in collaborazione con l’Atrio dei Gentili e il Circolo dei Lettori di Fossano. Durante la serata, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, viene presentato l’ultimo libro della Milano “La voce è tutto” (Effatà Editrice). “Ho scelto alcuni versetti biblici – spiega l’autrice -; ad ognuno di essi corrisponde un’immagine che verrà proiettata sul grande schermo. La teologa Stella Morra, partendo da questa immagine, farà una lettura teologica del versetto biblico. Io leggerò parti del mio libro che si collegano al singolo versetto attualizzandolo”; alle riflessioni si alternerà la musica dal vivo dei Mishkalè. L’ingresso è libero.

Lectio divina e approfondimento su “come” leggere la Scrittura

Sabato 25 novembre, presso i locali del Seminario interdiocesano a Fossano, dalle 15,30 alle 16,45, “L’Atrio dei Gentili” propone il secondo appuntamento della Lectio divina (organizzato insieme all’Ac di Fossano) sul tema “Cerco un centro di gravità permanente …del cambiare, del farsi cambiare e di un Dio che cambia”; Stella Morra commenta Genesi 12,1-13,9: separazioni, mogli e fratelli. A seguire, dalle 17 alle 18.30, riflessione su “come” leggere la Scrittura. Entrambi gli incontri sono aperti a tutti.

Le voci delle donne nella Chiesa: convegno a Torino

Il coordinamento della rete torinese “Chiccodisenape” organizza un convegno dedicato alle donne nella Chiesa. L’incontro si terrà nella sala conferenze di Santa Rita a Torino sabato 29 marzo a partire dalle 9,30 e vedrà la partecipazione di Stella Morra, Ilaria Zuanazzi, Clementina Mazzucco e Morena Baldacci. Nel volantino (Le voci delle donne) i dettagli sui temi affrontati e sull’organizzazione della giornata. Le voci delle donne nella Chiesa è un’occasione inedita per riflettere su un tema sempre più urgente per la vita ecclesiale.
Sul  sito Chiccodisenape trovate articoli e approfondimenti in preparazione al convegno.

Quattro giorni ad Amman

Una riflessione di Stella Morra.

wucwoHo avuto l’opportunità (preziosa) di partecipare, dal 24 al 27 ottobre, alla Conferenza Women believers at the service of life, dignity and common good, che si è tenuta ad Amman (Giordania), proposta dalla Organizzazione Mondiale delle Associazioni Femminili Cattoliche (WUCWCO), in collaborazione con il Forum Internazionale di Azione Cattolica (FIAC/IFCA) e con il Patriarcato Latino di Gerusalemme. Il tentativo riuscito di un incontro tra donne cristiane dei paesi del Medio Oriente e donne di Europa e Americhe, per conoscersi, segnare una vicinanza, prendere una parola, nello scenario di una regione tormentata e ferita…. Già un piccolo segnale da notare: le rappresentati africane non hanno potuto partecipare alla Conferenza per problemi di visto.
Per i dettagli e i contenuti della Conferenza si possono vedere i siti delle due organizzazioni (www.wucwco.org e www.fiacifca.org). Mi piacerebbe invece qui condividere qualche impressione più personale di 4 giorni intensi, brevi certamente, ma che hanno avuto il potere (a causa dell’intensità degli incontri e dei temi su cui ci siamo incontrate tra donne) di lasciare comunque un segno profondo.

Continua a leggere

La donna nella Chiesa

Segnaliamo due incontri promossi dalla parrocchia di Santa Monica (Torino) che possono essere un utile contributo alla riflessione sul ruolo della donna nella Chiesa.
Venerdi 17 maggio: “C’è una questione femminile nella Chiesa?”, incontro-dibattito con Stella Morra, teologa fossanese docente presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma. Venerdi 24 maggio: “La donna nella Chiesa di domani”, incontro-dibattito con Morena Baldacci, teologa docente presso la Pontificia Università Salesiana di Torino.
Entrambi gli incontri si terranno alle ore 21 nella parrocchia di Santa Monica, via Vado 9, Torino. Ulteriori notizie sul sito chicco di senape.

La rabbina Regina Jonas e le donne nel mondo ebraico

Milano Maria TeresaIl ciclo di appuntamenti “Donne e spiritualità”, promosso dalla Commissione Pari opportunità, dal Comune di Fossano e dalla Fondazione Crf, prosegue venerdì 12 aprile alle 21, presso la chiesa del Gonfalone (Battuti Bianchi) a Fossano, ospitando l’incontro dal titolo “La rabbina Regina Jonas e le donne nel mondo ebraico” condotto dall’ebraista Maria Teresa Milano (nella foto), dottore di ricerca in Ebraistica e autrice di saggi su cultura ebraica e didattica della Shoah.
Negli Anni Novanta, in seguito alla caduta del Muro di Berlino, ai rivoluzionari cambiamenti politici della Germania e grazie all’apertura al pubblico degli archivi di Berlino est (fino ad allora inaccessibili perché controllati dal regime comunista) la studiosa Katharina Von Kellenbach rinviene, tra gli schedari, una busta contenente alcuni documenti, tra cui una tesi di laurea dal titolo “Possono le donne officiare come rabbini?” e una fotografia, appartenuti a Regina Jonas (Berlino 1902-Auschwitz 1944) ordinata rabbino nella città natale il 26 dicembre 1935. Continua a leggere

Donne al Concilio

Uno studio con documenti inediti fa luce sulla vicenda delle 23 donne, religiose e laiche, che parteciparono come “uditrici” al Concilio Vaticano II, su invito di Paolo VI. Adriana Valerio, storica e teologa, ne offre una ricostruzione nel libro “Madri del Concilio. Ventitré donne al Vaticano II” (Carocci, pp. 166, euro 16).
Di seguito la bella recensione del nostro socio Paolo Baggia (si può scaricare anche in formato pdf Madri del Concilio).

11 ottobre, 50 anni dall’apertura del Concilio Vaticano II: una ricorrenza importante per la Chiesa Cattolica, ma, vista la portata dell’evento ricordato, potremmo estenderlo alla cristianità intera. Un evento che ha cambiato in profondità la Chiesa, sia nella sua autocomprensione, sia nel rapporto fecondo con il mondo. Il Concilio aprì, infatti, i lavori l’11 ottobre 1962 e fu organizzato in quattro sessioni, dove già la seconda fu presieduta da un nuovo papa, Paolo VI, che lo accompagnerà fino alla sua chiusura avvenuta l’8 dicembre 1965. Io compivo allora tre anni, difficile per me, e per chi è nato successivamente, capire il clima di allora, la novità dell’evento, le sue proporzioni, l’impatto mediatico, le paura e le speranze che ha innescato. Da molti ritenuto una ventata dello Spirito Santo nell’aria asfittica di una Chiesa bloccata da una non comprensione della modernità e dalla caduta del potere temporale. Un tempo di chiusura dove i fermenti del nuovo, promossi da molti teologi, provocavano la loro interdizione e splendidi lavori messi all’indice. Continua a leggere

Messaggio delle donne alla Chiesa

Un messaggio alla Chiesa a nome di tutte le donne. Lo hanno lanciato le oltre 200 teologhe cristiane provenienti da tutto il mondo a conclusione del convegno teologico internazionale, dal titolo “Teologhe rileggono il Vaticano II. Assumere una storia, preparare il futuro”, che si è tenuto dal 4 al 6 ottobre a Roma, organizzato dal Coordinamento teologhe italiane.

“Ed è ora a te che ci rivolgiamo, amata Chiesa di cui siamo figlie e amiche, perché ci riconosciamo parte consapevole della tua tradizione di amore.
E’ in quella consapevolezza che si innesta la nostra assunzione di memoria, oggi forte e necessaria come prima. Continua a leggere