Dialogo tra associazioni per favorire integrazione e inclusione

fami_cultura e inclusione

In un tempo in cui si guarda con sospetto a qualsiasi persona che abbia un colore della pelle diverso dal nostro o un accento straniero, c’è chi cerca di andare controcorrente. Provando a dialogare, a confrontarsi, a mettersi in ascolto dell’altro.

Le Acli piemontesi e provinciali, la Pastorale sociale e del lavoro delle due diocesi, in collaborazione con l’associazione culturale “Atrio dei Gentili” di Fossano e la Caritas diocesana, organizzano una tavola rotonda sul tema “Fare cultura e inclusione – Dialogo tra associazioni”. L’incontro si svolge lunedì 29 ottobre, dalle 18 alle 20, nell’Aula magna del Seminario interdiocesano, viale Mellano  1, a Fossano. L’invito a partecipare è esteso a tutti, credenti e non credenti.

Nella prima parte intervengono un rappresentante dell’associazione “Atrio dei Gentili” di Fossano, il responsabile del Centro culturale islamico di Cuneo, Gigi Garelli dell’associazione “Orizzonti di Pace” di Cuneo e un membro del Museo social club di Fossano. La seconda parte è dedicata al dialogo e al confronto con il pubblico.

Una bella occasione per celebrare la 17ª Giornata ecumenica del dialogo cristiano-islamico (che cade il 27 ottobre) e in generale per promuovere alcune delle condizioni (come il confronto e la conoscenza reciproca) che aiutano a prevenire le discriminazioni razziali.

L’incontro si inserisce nel progetto Fami (Fondo Asilo, migrazione e integrazione), di cui è capofila la regione Piemonte, che ha l’obiettivo di rafforzare e sviluppare l’associazionismo immigrato, di far sorgere reti locali per l’integrazione di cittadini di Paesi terzi, di promuovere la partecipazione dei migranti e delle loro associazioni nei processi sociali di inclusione e nelle politiche di integrazione.

Conclude don Flavio Luciano, responsabile della Pastorale sociale e del lavoro delle due diocesi: “Far dialogare insieme associazioni culturali diverse che si aprono con coraggio e umiltà al dialogo tra le fedi e con l’altro (immigrato e non) ci sembra opportuno e importante in questo periodo”.

Tra economia e felicità

isaoSegnaliamo la nuova edizione di PERCORSI TRA ECONOMIA E FELICITA’ 2016, che si terrà tra Torino e Ivrea dal 15 al 17 settembre.
Tutti gli eventi sono gratuiti (consigliata la prenotazione), a eccezione degli spettacoli.

Di seguito il programma per i giorni

GIOVEDì 15 SETTEMBRE

VENERDì 16 SETTEMBRE

SABATO 17 SETTEMBRE

ISAO Festival Alla ricerca della Felicità nasce nel 2015 dall’incontro tra Il Mutamento Zona Castalia, da sempre organizzatore del Festival, e l’Associazione Pop Economix che dal 2013 porta avanti un progetto tra teatro, giornalismo, fumetto, editoria per rendere “pop” i temi economici. Proprio l’economia è la grande protagonista del nuovo progetto triennale che caratterizza il Festival e fa convivere le tre Cantiche dantesche, in occasione dei 750 anni dalla nascita del Poeta, con le diverse espressioni della vita economica e sociale, l’ordinario in cui svelare e cercare il sacro, la felicità umana. Percorsi tra economia e felicità, alla sua seconda edizione continua nel 2016 il percorso di ricerca su pratiche, storie, comunità e persone che sperimentano e portano avanti un’economia a servizio dell’uomo, della donna, e della terra. Rispetto all’orizzonte simbolico della Divina Commedia, il 2016 è dedicato al Purgatorio, il tempo-spazio della possibilità. Ci piace declinare questa suggestione nelle parole Territorio/Terra, lo spazio-tempo che ci è dato di vivere, abitare, custodire e coltivare in un’ottica di collaborazione solidale.

(Segnalato da Nadia Lambiase)

Chiesa e mondo della cultura

Una bella riflessione sul rapporto tra Chiesa e mondo della cultura del prof. Claudio Ciancio, docente di Filosofia teoretica presso l’Università degli studi del Piemonte Orientale. L’autore si chiede quali contributi di riflessione possa oggi offrire la Chiesa alla cultura, con particolare riferimento al contesto italiano.
Claudio Ciancio (nella foto), che è di Torino, è stato apprezzato ospite nel marzo del 2010 a Fossano, durante l’incontro “Riflessioni sul fine vita: i nodi del dibattito sul testamento biologico” promosso dall’Atrio dei Gentili.

Documento da scaricare in formato .pdf Cultura e Chiesa (Ciancio)