La fede cristiana nell’età secolare: giornata di studio all’Issr di Fossano

Nell’orizzonte dell’età secolare, la fine di «un» Cristianesimo, quello che si poneva come punto di riferimento centrale nel contesto della «societas christiana», decreta necessariamente la fine «del» Cristianesimo? Dunque, il fenomeno imponente della secolarizzazione costituisce solo un pericolo da scongiurare, oppure si lascia cogliere anche come una buona opportunità per la fede nell’Evangelo di Gesù? Si può recuperare il filo del dialogo tra il Cristianesimo e la cultura laica, prendendo congedo dai pregiudizi e dagli equivoci che spesso ancora pesano su entrambi i fronti, a partire dalla presa di coscienza che «il popolo di Dio e l’umanità, entro la quale esso è inserito, si rendono reciproco servizio» (Gaudium et Spes, n°11)?
Questi alcuni degli interrogativi che verranno discussi nell’iniziativa di studio, sabato 10 novembre dalle 15 alle 19 presso la Sala convegni del Seminario interdiocesano di Fossano (viale Mellano), promossa dall’Istituto superiore di Scienze religiose (Issr) di Fossano e il Centro studi sul Pensiero contemporaneo (Cespec) di Cuneo. L’evento, organizzato in concomitanza con l’avvio dell’anno accademico dell’Issr, intende affrontare un tema ritornato di grande attualità ed è realizzato con il contributo della Cassa di risparmio di Fossano Spa, della Fondazione Crf e della Fondazione Crt. Porteranno il loro contributo Claudio Ciancio [nella foto] (docente ordinario di Filosofia teoretica presso l’Università del Piemonte Orientale) con una relazione su “Fede, religione e cultura nell’orizzonte della secolarizzazione” e Kurt Appel (docente ordinario di Teologia fondamentale presso la Facoltà teologica cattolica di Vienna) che svilupperà il tema “Il Cristianesimo come progetto di un nuovo umanesimo”. L’ingresso è libero.

Annunci

La croce e il potere

Venerdì 24 febbraio alle 18, presso il salone della Soms di Fossano (via Roma 74, piano terra), il Centro Studi sul pensiero contemporaneo (Cespec) di Cuneo organizza una conferenza di presentazione del volume dello storico Giovanni Filoramo, dal titolo “La croce e il potere. I cristiani da martiri a persecutori” (Laterza pp. 441, € 24). L’incontro è organizzato in collaborazione con l’Atrio dei Gentili e la Società di mutuo soccorso di Fossano e si avvale del sostegno della Fondazione Crf. Interverranno all’incontro Giovanni Filoramo, Gino Grosso e Sergio Carletto. Ingresso libero.

Il volume presentato
Tra il IV e il V secolo d.C. il mondo greco-romano visse un’età di grandi sconvolgimenti con l’affermazione definitiva del cristianesimo nei confronti del paganesimo antico.

Continua a leggere

Seminario di luglio: tutte le registrazioni

Sono disponibili le registrazioni delle relazioni e dei dibattiti del seminario estivo: “CRISTIANI SENZA CHIESA, CHIESA SENZA CRISTIANI? Cinquant’anni dopo Vaticano II”. Il seminario si è svolto a Pra d’ Mill, presso il monastero “Dominus Tecum”, dal 1° al 3 luglio. Si possono scaricare e ascoltare liberamente sul proprio pc o lettore mp3.

Seminario a Pra d’ Mill 1-2-3 luglio

Cari amici,
siete invitati all’annuale seminario estivo di studio organizzato dall’Atrio dei Gentili sul tema: “CRISTIANI SENZA CHIESA, CHIESA SENZA CRISTIANI? Cinquant’anni dopo Vaticano II”.
Il seminario si terrà a Pra d’ Mill (Bagnolo Piemonte) presso il monastero “Dominus Tecum” dalle ore 9 di venerdì 1 luglio al tardo pomeriggio di domenica 3 luglio (è possibile arrivare al monastero nella serata di giovedì 30 giugno per il solo pernottamento).
Il titolo proposto, alquanto provocatorio, mira ad un interrogativo di fondo: si può ancora pensarsi cattolici, e come, cinquant’anni dopo il Concilio Vaticano II?
Tra i relatori: prof. don Duilio Albarello, docente di teologia fondamentale presso la Facoltà Teologica dell’ Italia Settentrionale e preside dell’ISSR di Fossano; prof.ssa Stella Morra, docente presso il pontificio Ateneo Sant’Anselmo di Roma; prof. Enrico Peyretti, saggista; padre Zeno, del monastero Dominus Tecum.

ADESIONI Vanno segnalate al più presto e comunque entro il 25 giugno a Carlo Barolo tel. 0172 693160, e-mail atrio@atriodeigentili.it

Lettera di invito con tutte le informazioni tecniche (in formato pdf): Seminario Estivo invito

Seminario estivo con l’Atrio dei Gentili: articoli e libri per pensare…

(aggiornato)

Nei giorni 1-2-3 luglio si tiene al Monastero “Dominus tecum” di Pra d’ Mill l’annuale seminario estivo di studio dell’Atrio dei Gentili. Il tema di quest’anno è “Cristiani senza chiesa o chiesa senza cristiani? – Si può ancora pensarsi cattolici, cinquant’anni dopo Vaticano II” (In questo post tutte le notizie relative al programma, ai relatori, alla logistica per chi intende iscriversi).
Nel frattempo indichiamo alcuni materiali per chi desidera approfondire il tema in anticipo.

Il Cristianesimo in frantumi: la recensione

(nella foto un momento della presentazione del libro “Il Cristianesimo in frantumi” – ed. Effatà, pp. 112, € 9,50 – che si è svolta sabato 11 dicembre a Fossano: da sinistra il prof. Roberto Franzini Tibaldeo, il docente don Marco Gallo e la teologa Stella Morra)

Un tratto di strada con un viaggiatore instancabile del sapere

Ho già letto due volte questo piccolo e denso volume i cui autori sono Michel De Certeau e Jean-Marie Domenach. Il libro infatti riporta un loro dialogo avvenuto quasi quarant’anni fa, registrato il 22 maggio 1973 dalla radio nazionale francese Ortf. Il volume è tradotto dalla teologa fossanese Stella Morra, uno dei maggiori esperti italiani di De Certeau, che su di lui ha scritto la tesi di dottorato: “Pas Sans Toi” (edito dalla Pontificia Università Gregoriana). Il volume si apre proprio con una prefazione della Morra, quasi un saggio, che introduce i due autori e spiega come a distanza di quarant’anni questo testo possa stimolare, toccando temi scomodi con una lucidità impressionante. La postfazione è di padre Ghislain Lafont, benedettino, che ricorda l’effetto di quelle parole in un periodo storico particolare, a ridosso del Concilio e a pochi anni dal maggio francese. Parole amare, inaspettate, ma a distanza di anni foriere di ragionamenti ancora aperti. La sua è una testimonianza sincera e stimolante.

“Il Cristianesimo in Frantumi”, sabato 11 dicembre si presenta il libro a Fossano

È uscito da alcune settimane il libro “Il cristianesimo in frantumi”, di Michel de Certeau e Jean-Marie Domenach, traduzione e introduzione di Stella Morra
, postfazione di p. Ghislain Lafont (112 pagg. € 9,50 – Effatà editrice). Michel de Certeau (1925-1986) è stato gesuita, storico, studioso di mistica e spiritualità, Jean-Marie Domenach (1922-1997) è stato a lungo direttore della rivista «Esprit».

Il libro verrà presentato a Fossano sabato 11 dicembre, alle 18, presso la Sala Sant’Agostino di Palazzo Righini: interverranno don Marco Gallo, docente allo Sti e all’Issr di Fossano, Roberto Franzini Tibaldeo, docente di filosofia, membro del Centro Studi sul Pensiero Contemporaneo (CeSPeC); sarà presente anche la traduttrice e curatrice del volume, Stella Morra. Seguirà aperitivo.

L’evento è promosso dall’Atrio dei Gentili in collaborazione con EffatàCeSPeC.

Il libro si presenta come un dialogo sullo stato e il futuro del cristianesimo tra due intellettuali francesi, svoltosi nel 1973. Due figure non incasellabili che ci invitano a guardare le cose da un altro punto di vista, spiazzando ruoli costituiti e pregiudizi immotivati: un esercizio di uscita dagli schemi che ci segnala uno dei motivi di attualità di questo testo che pure ha già quasi quarant’anni. Attraverso la loro tagliente lucidità e la sorprendente capacità di interpretare i problemi e le linee di sviluppo del futuro, gli autori presentano un’analisi scomoda che ci induce a chiederci dell’oggi e a domandarci anche il perché le donne sembrano essere le grandi assenti da questo panorama.

Dunque un’analisi straordinariamente attuale, per quanto scritta quasi quarant’anni fa, dello stato del cristianesimo. Un libro che può essere un’ottimo regalo di Natale…