A Fossano la “mostra impossibile”su Caravaggio

Cena in Emmaus - Caravaggio National Gallery London
La Diocesi di Fossano in collaborazione con il Comune di Fossano, la RAI e ProgettoMondo MLAL, propone dal 10 marzo al 2 luglio “Caravaggio. La Mostra Impossibile presso il Castello degli Acaja e il Museo Diocesano (via Vescovado 8) della città di Fossano.
L’iniziativa nasce da Rai Educational che sta realizzando da alcuni anni il progetto di valorizzazione culturale ed economica del patrimonio artistico italiano denominato “Le Mostre impossibili”, con esposizioni che presentano l’opera completa di uno o più artisti sotto forma di riproduzioni ad altissima definizione, grazie al ricorso a tecnologie digitali che consentono di ottenere riproduzioni assolutamente conformi alle opere originali. infatti, nessuna mostra di opere originali potrebbe rappresentare in forma così organica e compiuta l’intera opera di un grande artista del passato.
Con le “Mostre impossibili” si consente ad un vastissimo pubblico di conoscere ed ammirare opere d’arte che finora potevano essere viste solo nei Musei che le detenono o intraviste in riproduzioni di piccolo formato. Siamo convinti che questa iniziativa possa rappresentare una importante opportunità per creare competenze nel campo artistico del nostro Paese, e avvicinare la comunità scolastica alla cultura.
I promotori hanno ritenuto di valorizzare questa operazione culturale con una iniziativa di solidarietà internazionale, sintetizzabile nello slogan “Il bello aiuta il buono”, che sosterrà il progetto di cooperazione internazionale “I sentieri della salute” di lotta alla malnutrizione in Burkina Faso, realizzato da ProgettoMondo Mlal in collaborazione con il locale Ministero della Salute.
Orario di visita: dal 10 marzo al 2 luglio, venerdì dalle 15 alle 22, sabato e domenica dalle 10 alle 19.
Annunci

I bambini del mondo e la Bibbia, mostra aperta fino al 23 maggio

Rimane aperta fino a domenica 23 maggio la mostra “I bambini del mondo illustrano la Bibbia”. Curata da Lucio Maria Morra e Maria Teresa Milano, in collaborazione con “OyOyOy!” Festival internazionale di cultura ebraica, è uno degli eventi di Fede con Arte 2010 (raccolti attorno al tema “Parole e corpi”), rassegna di appuntamenti organizzati dall’associazione culturale Atrio dei Gentili, in collaborazione con la Diocesi di Fossano e altri enti. In esposizione una novantina di disegni (alcuni in formato gigante) realizzati da bambini e ragazzi di tutto il mondo che illustrano episodi e personaggi tratti dalla Bibbia, libro che appartiene non solo alla tradizione religiosa ebraico-cristiana ma fa parte del patrimonio culturale dell’umanità. “Nei disegni dei bambini – si legge nel catalogo di presentazione della mostra – troviamo non solo una storia illustrata, bensì un arcobaleno di emozioni, di riferimenti e mille modi per accogliere la fede e il pensiero dell’uomo”.

La mostra è allestita presso il Centro congressi S. Agostino (Battuti Neri) di palazzo Righini – in via Negri 20 a Fossano – ed è liberamente visitabile fino a domenica 23 maggio con orario: mercoledì – giovedì – venerdì dalle 15 alle 19; sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19.

Per visite guidate nelle mattinate dei giorni feriali telefonare a Maria Teresa Milano 349.6421404 (per una semplice visita al di fuori dell’orario rivolgersi a Palazzo Righini tel. 0172.666 667).

Gesù, il corpo e il volto nell’arte

Uno sguardo sulle tante raffigurazioni del volto e del corpo di Gesù, dall’età paleocristiana al barocco, attraverso i capolavori di maestri della pittura e della scultura. E’ offerto dalla mostra “Gesù. Il corpo, il volto nell’arte”, allestita nella reggia sabauda della Venaria Reale fino al primo agosto. “La mostra porta l’attenzione – spiega il curatore mons. Timothy Verdon, professore di Storia dell’arte alla Stanford University di Firenze, Canonico del Capitolo della Cattedrale di Santa Maria del Fiore, nonchè tra i massimi conoscitori di arte sacra – sull’uomo il cui corpo e volto sarebbero tracciati sul venerabile telo – Gesù –, suggerendo come pittori e scultori di vari periodi l’abbiano visualizzato”. Ricordiamo che mons. Timothy Verdon inaugurerà “Fede con Arte 2010” a Fossano, giovedì 13 maggio, con una conferenza che porta lo stesso titolo della mostra.

Oltre a evocare l’aspetto di questo personaggio più raffigurato della storia, e a ripercorrere le tappe della sua vita, la mostra suggerisce poi il legame che l’arte ha visto in lui tra corpo, volto e personalità; la scelta di caratterizzare l’evento con il nome personale Gesù piuttosto che col titolo messianico Cristo nasce infatti dal forte senso di persona riscontrabile in raffigurazioni del suo corpo sofferente e volto patiens. Allestita in occasione dell’Ostensione della Sindone raccoglie 180 opere attraverso un suggestivo percorso che si snoda all’interno della restaurata Scuderia Grande – oltre a dipinti e sculture, anche arazzi, affreschi staccati, miniature, suppellettili, oreficerie e paramenti sacri. Un nucleo di pezzi rari, prestati per l’occasione da vari Musei e Pinacoteche. Spiccano l’«Imbalsamazione di Cristo» di Giovanni Bellini, la «Trinità con Cristo morto» di Ludovico Carracci, il grande «Crocifisso» d’argento, ideato come un candelabro, di Antonio del Pollaiolo, il «Sacrificio di Isacco» di Donatello, il «Cristo portacroce» di Giorgione (quadro a cui sono stati attribuiti poteri miracolosi), il «Cristo risorto» di Rubens e lo splendido «Crocifisso» ligneo di Michelangelo proveniente dalla chiesa fiorentina di Santo Spirito.

Ingresso: 10 euro, dal martedì, mercoledì, giovedì e venerdì: ore 9 – 18.30; sabato: ore 9 – 21.30; domenica: ore 9 – 20; lunedì: chiuso (tranne i festivi che hanno gli stessi orari della domenica). Apertura eccezionale tutti i lunedì dal 10 aprile al 23 maggio in concomitanza con l’Ostensione della Sindone di Torino, dalle ore 9 alle 18.30.

Materiali:il sito ufficialelink a immagini di alcuni capolavori esposti; articolo di Marco Vallora su La Stampa (Viaggio nel corpo di Cristo).

I luoghi della fede secondo le diverse… fedi

Martedì 17 novembre, dalle 9 alle 13.30, si svolgerà a Torino, presso il Salone della Casa Valdese in corso Vittorio Emanuele 23 (info 011.655866, Movimento Sviluppo e Pace), il Convegno di Ecumenica “Luoghi della fede. Legittimità, visibilità, arte”, temi interessanti e di particolare attualità. A dibatterli religiosi ed esperti in rappresentanza di Ebraismo, Cristianesimo – Cattolici, Ortodossi, Valdesi –, Islam, Induismo, Buddismo, Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, Bahà’ì che porteranno anche testimonianze internazionali di sicuro rilievo e non sempre note alle nostre latitudini.

Spiegheranno cosa sono, significano, rappresentano gli edifici di culto, quali siano le loro caratteristiche secondo i principi delle diverse fedi, secolari e millenari e quanta importanza rivestano per i fedeli  che trovano nel “luogo della fede” un punto di riferimento e identità, un luogo di spiritualità e certezze.