Politica, ovvero l’arte di abitare la città

TreGiorniStudio Sti 2013 locaMercoledì 13, Giovedì 14 e Venerdì 15 novembre si tiene presso l’aula magna dello Sti di Fossano, l’undicesima Tre giorni di studio. Il titolo dell’edizione è “Uomo e dintorni: la politica, ovvero abitare la città”. Con questa felice iniziativa, lo Studio Teologico Interdiocesano e l’Istituto Superiore di Scienze Religiose si impegnano da tempo ad offrire in tre relazioni uno sguardo alto su un tema della ricerca teologica e culturale. Per permettere la partecipazione più ampia possibile, è proposta come sempre una relazione al mattino (9-12) e una alla sera (20.45-22.30).
La tematica è stata scelta in occasione dei 1700 anni dell’Editto di Costantino. La ricorrenza raccoglie, tuttavia, una questione che va ben al di là degli anniversari. Riflettere sul rapporto tra fede e cura della politica è compito urgente e persino appassionante. Qual è il posto dei credenti nella politica? Cosa si può raccogliere dall’eredità storica e dalla lettura della situazione contemporanea? Ben si comprende come questa sfida si inserisca bene in fila alle passate edizioni della Tre giorni, dedicate al Concilio Vaticano II e alle sue prospettive antropologiche.
La prima relazione dell’edizione, mercoledì 13, è affidata al brillante filosofo Silvano Petrosino, docente di Teorie della comunicazione e Filosofia morale presso l’Università Cattolica di Milano e Piacenza. Il titolo del suo contributo è “La politica dopo il 1989: cosa è successo? Una lettura filosofica”.
Prosegue il filo della riflessione, il prof. Francesco Ghia, docente presso il dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Trento. A lui è affidato, giovedì 14, il compito di fare il punto sulla ricerca: “La teologia politica: vicenda, istanze e prospettive”.
Il terzo sguardo sul tema è affidato al noto teologo moralista, il prof. Giannino Piana, già presidente dei Moralisti Italiani, docente di Etica Cristiana all’Università di Urbino ed Etica ed Economia presso l’Università di Torino. La sua relazione conclude il percorso venerdì 15 e ha come titolo: “Tra irrilevanti ed integralisti: quale prospettiva cristiana sul vivere insieme la Polis?”.
La partecipazione è aperta a tutte le persone interessate, sia il mattino che la sera.

Annunci

Libertà vo cercando…

Il tema, appassionante e impegnativo, della libertà è al centro della Tre Giorni di Studio, che lo Studio Teologico Interdiocesano e l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Fossano propongono il 16, 17 e 18 novembre. Ad accompagnare l’indagine e la riflessione sul tema “Uomo e dintorni: la libertà” saranno tre relatori di sicura competenza. Nella prima tappa (mercoledì 16 novembre), interverrà Massimo Recalcati, direttore dell’Istituto di Ricerca di Psicoanalisi Applicata e docente all’Università di Pavia, sul tema: “La libertà fra desiderio e godimento. Uno sguardo psico-analitico”. Nella seconda tappa (giovedì 17 novembre), Laura Boella, docente di Filosofia morale all’Università degli Studi di Milano, si soffermerà su: “La libertà fra empatia e responsabilità. Uno sguardo filosofico”. Infine, nella terza tappa (venerdì 18 novembre), sarà la volta di Maurizio Chiodi, docente di Teologia morale presso la Facoltà teologica di Milano, che approfondirà la questione: “La libertà fra Evangelo e fede. Uno sguardo teologico”. La Tre Giorni di Studio si tiene presso l’Aula magna Sti-Issr a Fossano. L’intervento di Recalcati è previsto solo il mattino ore 9-12; gli altri interventi sono proposti in due momenti: il mattino ore 9-12 e la sera ore 20,45-22,30.

Sabato 19 novembre (ore 21, nella Cattedrale di Fossano) si terrà infine il concerto del Coro “I Crodaioli” diretti da Bepi de Marzi in occasione del 40° dello STI e del 20° del coro “A. Bonavita” del CAI di Fossano.

Tognoni e Favole al Seminario sul corpo

Potete leggere di seguito il profilo di due relatori che intervengono al Seminario sul corpo.

gianni_tognoniGianni Tognoni (nella foto) è nato a Gorla Minore (Varese) nel 1941. Dottore in Filosofia e Teologia e laureato in Medicina e Chirurgia, ha svolto dal 1969 attività di ricerca presso il Laboratorio di Farmacologia Clinica dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri”. Tra gli altri, è stato consulente WHO per la selezione dei farmaci essenziali, con missioni in diversi paesi dell’America Latina, Medio Oriente, Africa; membro della Commissione Unica del Farmaco (CUF) del Ministero della Sanità; Segretario del Tribunale Permanente dei Popoli. Attualmente è direttore del Consorzio “Mario Negri Sud”. Ha pubblicato molti articoli e volumi ed è socio fondatore e membro del Comitato di Redazione di riviste italiane di ricerca e divulgazione scientifica; è inoltre membro del Comitato Editoriale di riviste internazionali di metodologia clinica, epidemiologia, ricerca clinica cardiovascolare.

Per il Curriculum Vitae completo (Gianni Tognoni CV)

Adriano Favole è nato a Cuneo il 19 gennaio 1969. Si è laureato in Filosofia presso l’Università di Torino nel 1994 con una tesi dedicata all’opera dell’antropologo oceanista R. Firth. Nel 1999 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Antropologia Culturale e Etnologia presso l’Università di Torino con una tesi dedicata all’organizzazione politica della società di Futuna, in Polinesia Occidentale. Ha in seguito svolto un periodo di studi post-dottorali presso l’Università di Torino. Tra il 1999 e il 2004 è stato Professore a contratto di Antropologia Culturale, Antropologia Politica e Antropologia Economica presso gli Atenei di Bologna, Milano, Genova, Torino e Piemonte Orientale. Dal 2004 è Ricercatore in Discipline Demoetnoantropologiche e docente di Storia dell’Antropologia e Etnologia dell’Oceania all’Università di Torino. Dal 2004 al 2007 è stato Visiting professor presso l’Università della Nuova Caledonia. È membro del Comitato di Redazione della Rivista Studi Tanatologici (Torino, Fondazione A. Fabretti) e dell’Associazione degli Oceanisti Europei (Esfo). Fa parte del Comitato Direttivo dell’Associazione Nazionale degli Universitari di Antropologia Culturale (ANUAC). Collabora con l’Istituto per l’Enciclopedia Italiana Treccani per il quale ha redatto voci e curato lemmari nel settore antropologico. Nel 2007, in collaborazione con la Fondazione Slow Food per la Biodiversità, ha avviato una ricerca sui temi dell’alimentazione e della biodiversità in Nuova Caledonia.