Storia di una famiglia borghese del ‘900

la casa nella pineta.png

Un libro straordinario e due ospiti unici per riflettere sugli ultimi cinquant’anni della nostra storia e sulle “vite ben spese” in una grande famiglia italiana fortemente impegnata nel sociale. Il libro è “La casa nella pineta – Storia di una famiglia borghese del Novecento” di Pietro Ichino, gli ospiti sono mons. Derio Olivero, fossanese, vescovo di Pinerolo, e, naturalmente, l’autore; introduce Enrico Castellano. L’evento si svolge sabato 24 novembre alle 17.30 a Fossano, al Centro Congressi Sant’Agostino di Palazzo Righini (via Negri 20). Promuovono l’evento l’Atrio dei Gentili e la Fondazione NoiAltri, i cui valori e il cui impegno (più culturale per l’Atrio, più operativo per la Fondazione) sono molto vicini a quelli praticati dalla famiglia protagonista del libro, e che del libro sono il filo conduttore. Durante la presentazione sarà possibile acquistare il libro da far firmare all’autore. L’ingresso è libero.

“La vergine delle rocce” commentata da Stella Morra

Leonardo_da_Vinci_Virgin_of_the_Rocks_(National_Gallery_London)Domenica 18 novembre alle ore 20.45 nella Chiesa dei Battuti Bianchi, in largo Camilla Bonardi a Fossano, c’è il terzo appuntamento con i quadri esposti alla mostra “Leonardo. Opera omnia”. Ad un primo sguardo del quadro sotto il profilo storico e artistico a cura della docente Barbara Villosio, seguono la lettura della pagina di Vangelo a cui l’opera si riferisce e una meditazione per cogliere come “attraverso Leonardo”, Scrittura e pittura non cessino di raccontare una umanità che ci è comune. Il commento del quadro è affidato a Stella Morra, teologa fossanese docente alla Pontificia Università Gregoriana di Roma.

La serata, promossa dalla Diocesi Fossano, dalla Fondazione Crf e dall’associazione “L’Atrio dei Gentili”, è intervallata dal quartetto d’archi della Fondazione Fossano Musica, a cura di Simona Perotti.

Serate con Leonardo: arte, fede, musica…

Leonardo Opera Omnia - Ultima cena

In occasione della mostra “Leonardo. Opera Omnia”, il Vicario generale della diocesi di Fossano mons. Pierangelo Chiaramello, propone una serata dal titolo: “Il Cenacolo. Istantanea di un evento”. Si tratta di un momento di riflessione e ascolto nella chiesa della SS. Trinità (Battuti Rossi, via dell’Ospedale 2), dove è esposta la riproduzione conforme all’originale e in altissima risoluzione de “L’Ultima cena”, intervallato dal canto di “Voci fuori dal coro”. L’appuntamento è per giovedì 25 ottobre alle ore 20.45.

Segnaliamo anche un’altra iniziativa: nelle prime 3 domeniche di novembre verrà proposto un percorso alla scoperta di tre dipinti dell’artista, attualmente esposti presso il Museo diocesano in copia conforme all’originale e in altissima risoluzione, dal titolo: “Attraverso Leonardo… arte, fede e musica”. Alla lettura del quadro a cura della prof.ssa Barbara Villosio, seguirà una meditazione del diacono Paolo Tassinari a partire dalla pagina di Vangelo a cui l’opera si riferisce (la terza meditazione sarà a cura della teologa Stella Morra); il tutto in compagnia del quartetto d’archi della Fondazione Fossano Musica. I tre appuntamenti avranno luogo nella Chiesa dei Battuti Bianchi, in largo Camilla Bonardi a Fossano, a partire dalle ore 20.45: domenica 4 novembre: “Adorazione dei Magi”, domenica 11 novembre: “San Giovanni Battista”; domenica 18 novembre: “La Vergine delle Rocce”.

Tre fossanesi a “Torino Spiritualità”

Morra e Lotta di Giacobbe

Tre punti di vista diversi, quello della teologa Stella Morra, del pittore e monaco buddista di tradizione zen Lucio Maria Morra e del vescovo di Pinerolo Derio Olivero convergono sull’enigmatico racconto della lotta di Giacobbe (nella foto il trittico e l’autore). L’occasione è l’incontro di venerdì 28 settembre alle 21 nella chiesa di Gesù Nazareno (a Torino)  per Torino Spiritualità (ingresso libero) che, per la prima volta, vede insieme tre fossanesi. Logorato dal combattimento notturno con Dio e tuttavia risoluto a non cedere, Giacobbe incarna una tensione dinamica che fa di lui il paradigma dell’esperienza religiosa. Stessa tensione che anima anche il trittico pittorico che Lucio Maria Morra ha dedicato all’episodio e che, in occasione dell’incontro, sarà esposto nella chiesa, perché come rimarca Olivero, “non si può descrivere un’opera d’arte a distanza pensando di aver esaudito tutto, perché un’opera d’arte va vista, osservata, ammirata. Questo – continua – è un dipinto che descrive bene il preferisco di no. Il no come limite, ma anche il no come apertura”. Un preferisco di no, che come sottolinea il curatore di Torino Spiritualità, Armando Bonaiuto, “è un soprassalto di consapevolezza che pressioni, recinti e conformismo non riescono a contenere, che mentre nega allo stesso tempo afferma. Che cosa? Che qualcosa di incalpestabile esiste, e bisogna sottrarlo alla morsa del mondo”.

L’Atrio dei Gentili aderisce e invita alla Settimana contro il razzismo

settimana contro razzismo

La nostra associazione ha aderito alla 14ª Settimana contro il Razzismo (19-23 marzo), sul tema “Un mondo senza pregiudizi gira per il verso giusto”. L’evento è promosso da città di Fossano, Progettomondo Mlal, Unar, Dipartimento Pari Opportunità e numerosi gruppi e realtà associative di Fossano. Qui trovate il programma con tutti gli appuntamenti.

La settimana si apre ufficialmente lunedì 19 marzo, alle 18.30, presso la Sala Rossa del Comune di Fossano: invito caldamente tutti i soci e gli amici ad essere presenti al momento dell’inaugurazione, lunedì sera, e a partecipare agli eventi (uno di questi è la serata con lo psicoanalista Claudio Arnetoli, in programma giovedì 22 marzo – ore 20,45 – presso l’Aula magna dell’Istituto “Vallauri” a Fossano, sul tema “Disarmare la paura: la fiducia e il coraggio”).

Maria Paola Longo, Presidente Atrio dei Gentili

“Caffè Gospel”, tre serate per scoprire la bellezza dei Salmi

Fuori dal coro

L’associazione “Fuori dal coro” propone tre incontri per conoscere da vicino la bellezza dei Salmi, un’esperienza che si riallaccia idealmente alle “messe gospel” che sono state celebrate in Cattedrale negli ultimi anni.

Tre gli elementi caratterizzanti di questi “Caffè Gospel”, a ingresso libero, che si svolgono presso la chiesa dei Battuti bianchi a Fossano (largo Camilla Bonardi): la lettura originale del Salmo in ebraico, commentato dall’ebraista fossanese Maria Teresa Milano, il canto della tradizione afroamericana delle Voci fuori dal coro e l’interpretazione del mondo cristiano, variegata nell’approccio e nelle modalità, a cura di tre docenti dello Studio teologico – Istituto di Scienze religiose: don Luca Margaria, don Duilio Albarello e don Claudio Margaria. Il primo “caffè” è in programma presso i Battuti Bianchi giovedì 15 febbraio, alle 20,45, con il salmo 23, “Il Signore è il mio pastore”; secondo appuntamento giovedì 15 marzo con il salmo 131 “Come un bambino in braccio a sua madre”; terzo e ultimo giovedì 12 aprile con il salmo 122 “Quale gioia mi dissero”. “Tre serate – spiegano gli organizzatori del Caffè Gospel – per ascoltare le parole e la musicalità del testo poetico più conosciuto al mondo, in tutta la sua bellezza e profondità e per ritrovare i significati letterari e di vita, scambiando opinioni con chi vorrà partecipare e gustando un buon caffè”.

La teologia di Papa Francesco vista da… due teologhe (aggiornato)

dal chiodo alla chiave
Lunedì 18 dicembre
, alle 17:30, alla trasmissione “II diario di papa Francesco” di TV2000 partecipano le teologhe Stella Morra, fossanese, docente alla Pontificia Università Gregoriana, e la collega Carmen Aparicio Valls. Sono co-autrici della pubblicazione “Dal Chiodo alla Chiave. La teologia fondamentale di Papa Francesco”, un saggio edito dalla Libreria Vaticana (pagg. 160, euro 10), scritto dai professori del dipartimento di Teologia Fondamentale della Pontificia Università Gregoriana (e curato da Michelina Tenace), che a partire dal Magistero di Francesco propongono una teologia del “fare” come luogo di incontro e dialogo tra credenti e non credenti. Potete leggere una recensione qui.

Aggiornamento: di seguito la registrazione della puntata (durata 24′).