Se il Papa apre il cortile dei Gentili

Dopo il già citato discorso del Papa che auspica l’apertura all’interno della Chiesa di una sorta di cortile dei Gentili, ci sono stati commenti di vario tipo sui giornali. L’articolo di Alberto Melloni sul Corriere della Sera (5 gennaio 2010) mi sembra particolarmente interessante.

Ecco le prime righe: «La Chiesa dovrebbe anche oggi aprire una sorta di “cortile dei Gentili”, dove gli uomini possano in una qualche maniera agganciarsi a Dio, senza conoscerlo e prima che abbiano trovato l’ accesso al suo mistero». Così il Papa Benedetto XVI, nel discorso per gli auguri natalizi alla Curia romana, proponeva una formulazione del rapporto fra comunità credente e umanità in ricerca le cui suggestioni lessicali e storiche meritano di essere dipanate con cura. Il «cortile» al quale il Papa si è riferito si trovava nel tempio di Gerusalemme, riadornato da Erode e terminato pochi anni prima che Tito lo distruggesse. In quella maestosa struttura, dopo le porte e i portici, c’era l’Atrio dei Gentili: una grande piazza dove stavano venditori e cambiavalute – quelli che Gesù scaccia per purificare con la foga del profeta anche quello spazio nel quale potevano entrare i non circoncisi dei popoli «altri», distinti da quello che era «il» popolo della promessa. Oltre una balaustra che delimitava l’Atrio, al di là di scritte che minacciavano la morte agli incirconcisi che avessero violato sacrilegamente quel confine sacro, stava il cuore del tempio coi luoghi destinati al culto e al sacrificio. Da queste zone erano esclusi i «popoli»: goym in ebraico, ethni in greco, in latino gentiles dal plurale di gens… (continua).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...