Storia di una famiglia borghese del ‘900

la casa nella pineta.png

Un libro straordinario e due ospiti unici per riflettere sugli ultimi cinquant’anni della nostra storia e sulle “vite ben spese” in una grande famiglia italiana fortemente impegnata nel sociale. Il libro è “La casa nella pineta – Storia di una famiglia borghese del Novecento” di Pietro Ichino, gli ospiti sono mons. Derio Olivero, fossanese, vescovo di Pinerolo, e, naturalmente, l’autore; introduce Enrico Castellano. L’evento si svolge sabato 24 novembre alle 17.30 a Fossano, al Centro Congressi Sant’Agostino di Palazzo Righini (via Negri 20). Promuovono l’evento l’Atrio dei Gentili e la Fondazione NoiAltri, i cui valori e il cui impegno (più culturale per l’Atrio, più operativo per la Fondazione) sono molto vicini a quelli praticati dalla famiglia protagonista del libro, e che del libro sono il filo conduttore. Durante la presentazione sarà possibile acquistare il libro da far firmare all’autore. L’ingresso è libero.

“La vergine delle rocce” commentata da Stella Morra

Leonardo_da_Vinci_Virgin_of_the_Rocks_(National_Gallery_London)Domenica 18 novembre alle ore 20.45 nella Chiesa dei Battuti Bianchi, in largo Camilla Bonardi a Fossano, c’è il terzo appuntamento con i quadri esposti alla mostra “Leonardo. Opera omnia”. Ad un primo sguardo del quadro sotto il profilo storico e artistico a cura della docente Barbara Villosio, seguono la lettura della pagina di Vangelo a cui l’opera si riferisce e una meditazione per cogliere come “attraverso Leonardo”, Scrittura e pittura non cessino di raccontare una umanità che ci è comune. Il commento del quadro è affidato a Stella Morra, teologa fossanese docente alla Pontificia Università Gregoriana di Roma.

La serata, promossa dalla Diocesi Fossano, dalla Fondazione Crf e dall’associazione “L’Atrio dei Gentili”, è intervallata dal quartetto d’archi della Fondazione Fossano Musica, a cura di Simona Perotti.

Lectio, sabato 17 il secondo incontro

Nel fine settimana l’Atrio dei Gentili, in collaborazione con l’Ac diocesana, propone il secondo appuntamento con la Lectio divina, che quest’anno ha per tema “La verità che non ragiona… di una verità che si va facendo e, spesso, non si sa”. Sabato 17 novembre, presso i locali del Seminario interdiocesano a Fossano, dalle 15,30 alle 16,45, Stella Morra commenta Numeri 20,1-13: “Una verità per vivere”. L’incontro è aperto a tutti.

Dialogo tra associazioni per favorire integrazione e inclusione

fami_cultura e inclusione

In un tempo in cui si guarda con sospetto a qualsiasi persona che abbia un colore della pelle diverso dal nostro o un accento straniero, c’è chi cerca di andare controcorrente. Provando a dialogare, a confrontarsi, a mettersi in ascolto dell’altro.

Le Acli piemontesi e provinciali, la Pastorale sociale e del lavoro delle due diocesi, in collaborazione con l’associazione culturale “Atrio dei Gentili” di Fossano e la Caritas diocesana, organizzano una tavola rotonda sul tema “Fare cultura e inclusione – Dialogo tra associazioni”. L’incontro si svolge lunedì 29 ottobre, dalle 18 alle 20, nell’Aula magna del Seminario interdiocesano, viale Mellano  1, a Fossano. L’invito a partecipare è esteso a tutti, credenti e non credenti.

Nella prima parte intervengono un rappresentante dell’associazione “Atrio dei Gentili” di Fossano, il responsabile del Centro culturale islamico di Cuneo, Gigi Garelli dell’associazione “Orizzonti di Pace” di Cuneo e un membro del Museo social club di Fossano. La seconda parte è dedicata al dialogo e al confronto con il pubblico.

Una bella occasione per celebrare la 17ª Giornata ecumenica del dialogo cristiano-islamico (che cade il 27 ottobre) e in generale per promuovere alcune delle condizioni (come il confronto e la conoscenza reciproca) che aiutano a prevenire le discriminazioni razziali.

L’incontro si inserisce nel progetto Fami (Fondo Asilo, migrazione e integrazione), di cui è capofila la regione Piemonte, che ha l’obiettivo di rafforzare e sviluppare l’associazionismo immigrato, di far sorgere reti locali per l’integrazione di cittadini di Paesi terzi, di promuovere la partecipazione dei migranti e delle loro associazioni nei processi sociali di inclusione e nelle politiche di integrazione.

Conclude don Flavio Luciano, responsabile della Pastorale sociale e del lavoro delle due diocesi: “Far dialogare insieme associazioni culturali diverse che si aprono con coraggio e umiltà al dialogo tra le fedi e con l’altro (immigrato e non) ci sembra opportuno e importante in questo periodo”.

Serate con Leonardo: arte, fede, musica…

Leonardo Opera Omnia - Ultima cena

In occasione della mostra “Leonardo. Opera Omnia”, il Vicario generale della diocesi di Fossano mons. Pierangelo Chiaramello, propone una serata dal titolo: “Il Cenacolo. Istantanea di un evento”. Si tratta di un momento di riflessione e ascolto nella chiesa della SS. Trinità (Battuti Rossi, via dell’Ospedale 2), dove è esposta la riproduzione conforme all’originale e in altissima risoluzione de “L’Ultima cena”, intervallato dal canto di “Voci fuori dal coro”. L’appuntamento è per giovedì 25 ottobre alle ore 20.45.

Segnaliamo anche un’altra iniziativa: nelle prime 3 domeniche di novembre verrà proposto un percorso alla scoperta di tre dipinti dell’artista, attualmente esposti presso il Museo diocesano in copia conforme all’originale e in altissima risoluzione, dal titolo: “Attraverso Leonardo… arte, fede e musica”. Alla lettura del quadro a cura della prof.ssa Barbara Villosio, seguirà una meditazione del diacono Paolo Tassinari a partire dalla pagina di Vangelo a cui l’opera si riferisce (la terza meditazione sarà a cura della teologa Stella Morra); il tutto in compagnia del quartetto d’archi della Fondazione Fossano Musica. I tre appuntamenti avranno luogo nella Chiesa dei Battuti Bianchi, in largo Camilla Bonardi a Fossano, a partire dalle ore 20.45: domenica 4 novembre: “Adorazione dei Magi”, domenica 11 novembre: “San Giovanni Battista”; domenica 18 novembre: “La Vergine delle Rocce”.

Il nuovo Consiglio direttivo dell’associazione

L’Assemblea dei soci dell’Atrio dei Gentili sabato 20 ottobre ha eletto il nuovo Consiglio direttivo, che guiderà l’associazione nel triennio 2018-2021. I quattro membri eletti sono, in ordine di preferenze: Enrico Racca, Nadia Lambiase, Carlo Barolo e Maria Teresa Milano. Ad essi si aggiunge Paolo Tassinari (rappresentante della diocesi di Fossano) e quanti il Consiglio vorrà chiamare a collaborare. Sono stati eletti anche i tre revisori dei conti: Paolo Baggia, Maria Paola Longo ed Elena Rosano. Nei prossimi giorni il Consiglio si riunirà per nominare il Presidente, che per diventare pienamente operativo dovrà essere ratificato dal vescovo.

L’Assemblea dei soci chiamata a eleggere il nuovo Consiglio dell’AdG

Lectio e Assemblea 10_2017

Sabato 20 ottobre, dalle 15,30 alle 18 circa, nella sede del Seminario Interdiocesano (salone prossimo all’ingresso) in viale Mellano 1, a Fossano, insieme alla Lectio divina, si svolge l’Assemblea Ordinaria dei Soci dell’Atrio dei Gentili. Il programma del pomeriggio prevede: alle ore 15,30 Introduzione al percorso di Lectio divina dell’anno (qui il tema e il calendario) a cura di Stella Morra; segue l’Assemblea dei soci; pausa caffè e dolcini; commento di Stella Morra al primo brano della Lectio in calendario; alle ore 18 la conclusione dei lavori.

L’assemblea è uno dei momenti qualificanti della vita dell’Associazione, quest’anno inoltre ha il compito di eleggere il nuovo consiglio direttivo in quanto, come da Statuto, quest’organo deve esse rinnovato ogni tre anni, assieme ai Revisori dei conti.

L’Ordine del giorno dell’Assemblea è il seguente:

  • Presentazione e discussione del programma annuale.
  • Approvazione del bilancio consuntivo 2017-2018.
  • Approvazione del bilancio preventivo 2018-2019.
  • Approvazione della quota sociale 2018-2019 su proposta del consiglio direttivo.
  • Delega al Consiglio per la quota sociale 2019-2020.
  • Votazioni per l’elezione del nuovo Consiglio direttivo e dei Revisori dei conti.

Si raccolgono candidature!

L’assemblea è aperta a tutti gli amici, soci e simpatizzanti, mentre l’elettorato attivo e passivo è riservato ai soci, presenti di persona o per delega.

Vi invito tutti a partecipare.

Maria Paola Longo, presidente Atrio dei Gentili